Corte di Cassazione

AZIONE REVOCATORIA FALLIMENTARE: ANOMALIA DEL MEZZO (CASSAZIONE N. 25284 DEL 11 NOVEMBRE 2013)

WP_cassazione
Print Friendly
Share Button

Per la Suprema Corte, in tema di azione revocatoria fallimentare la cessione di credito in funzione solutoria, quando non sia prevista al momento del sorgere dell’obbligazione ovvero non sia attuata nell’ambito della disciplina della cessione dei crediti di impresa di cui alla legge n. 52/1991, integra sempre gli estremi di un mezzo anormale di pagamento, indipendentemente dalla certezza di esazione del credito ceduto; ne consegue la presunzione della conoscenza dello stato di insolvenza in capo al cessionario, che può vincere tale presunzione non con una prova diretta dell’insussistenza dello stato di insolvenza, che rappresenta solo da un punto di vista logico un presupposto dell’azione, ma con la prova di circostanze tali da fare ritenere ad una persona di ordinaria prudenza ed avvedutezza che l’imprenditore si trovava in una situazione di normale esercizio dell’impresa.

SLTC – Studio Legale Tributario

Dott.ssa Mariacristina Marra

Il testo integrale della sentenza: clicca

Share Button

About the Author

Add Comment Register



Lascia un Commento